My Blueberry Nightmare

  • Alcol: 9,4%
  • IBU:
  • Luppoli:
  • Malti:

Descrizione

La storia di questa birra ha inizio diversi anni fa e si è legata al Black Jack Verdi Imperial Stout, che è una parte del nostro programma di invecchiamento in botte e, soprattutto, un pezzo del mio cuore. Il nostro Black Jack è semplicemente la Verdi Imperial Stout invecchiata per un minimo di 10 mesi in botti di Scotch Whisky. L’acquisto del botti non è stato un affare facile, perché le distillerie in Scozia non sono molto disposti a vendere i loro barili, ma dopo mesi di affrontare finalmente abbiamo ottenuto il nostro primo carico di botti. Con una sperimentazione decisi di inserire mirtilli freschi e Pediococcus nelle botti contenenti la Imperial Verdi Stout per incrementarne l’acidità. Dopo 2 anni il risultato fu sconfortante in quanto impartirono note estremamente acetiche, di smalto e solvente. Per porre rimedio a ciò, decisi di aggiungere alla miscela qualche giovane Verdi Imperial Stout e del succo di mirtillo. Tali aggiunte fecero risultare la birra molto più piacevole, mantenendo la profondità e la complessità data dai barili Islay. Ho deciso di chiamarla My Blueberry Nightmare in onore del film di Wong Kar Wai (My Blueberry Nights), uno dei film più romantici che abbia mai visto. Ma a volte la vita gioca brutti scherzi e una storia d’amore finisce non sempre come nei film.

Nero opaco, con un semplice tocco di carbonatazione, abbastanza acida, con sapori molto intensi e profumi (aceto balsamico, torba, cuoio, liquirizia, e mirtillo). In bocca è aspra e pungente, piuttosto acida, sentori di crostata con retogusti molto intensi, che termina con una sensazione calda proposta dal peperoncino e dal carattere acetico che brucia leggermente la gola. Questo incubo è sicuro di lasciare un ricordo duraturo…

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.